II domenica di Quaresima – anno A – 2017

la parola cresceva

(Giovanni Bellini, Trasfigurazione, 1478 part.)

Gen 12,1-4a; 2Tim 1,8b-10; Mt 17,1-9

Quaresima è tempo per pensare l’esperienza di credenti come un viaggio. La fede è cammino: uscita da sicurezze per vivere accogliendo una chiamata di Dio. Nelle domeniche di questo periodo sono delineati alcuni tratti di tale cammino: la tentazione, la bellezza e la passione, la ricerca e la sete, l’apertura alla luce, la scoperta della vita come dono, la via della croce. In questa domenica sono indicati i caratteri del viaggio e del legame tra via della croce e risurrezione: ‘sul monte Gesù manifestò la sua gloria e indicò agli apostoli che solo attraverso la passione si giunge alla risurrezione’.

Il cammino di Abramo è storia di fede suscitata dalla chiamata del Dio della promessa. ‘Va’, lascia…’: Abramo sulla base di questa parola abbandona una situazione conosciuta e si apre ad un futuro nascosto nelle mani di Dio…

View original post 1.561 altre parole

Inverno

Aithne

Quando la nebbia è impolverata di cielo e l’alba non sembra voler finir mai, quando la luce si sparge ovunque tranne che negli angoli più umidi e freddi, quando tutto sembra accartocciato dall’inverno e dal suo gelo, ecco un movimento furtivo, un gatto che corre dietro ad una gazza invano, un suono stridente di foglie spezzate come di specchi in frantumi, ecco i campi ed i prati bianchi e lividi che attendono un po’ di calore dal sole per sgranchirsi le ossa messe a nudo.
Non c’è nulla dell’inverno che possa sembrare poetico o dolce eppure sotto quella scorza di severa e dura insensibilità si cela tutto il calore del mondo. In montagna è facilmente rintracciabile, presso una roccia con infiltrazioni di terra, oppure in un anfratto nel bosco fitto. nella corteccia cava o su un ramo.
Tutto sembra immobile ed invece c’è una costante vibrazione vitale che emette la…

View original post 698 altre parole

L’oro del mulino

Antonio Lorenzini fotografo

C’è un luogo alle pendici del Pratomagno, in provincia di Arezzo, dove l’acqua del torrente Ciuffenna scava il suo cammino da secoli e si fa strada tra le turbine di un vecchio mulino a Loro Ciuffenna. Da secoli lì si consumano le giornate dei mugnai e le loro storie. Oggi vi si avvicendano due generazioni. Padre e figlio che portano avanti, fuori dal tempo, un mestiere di fatica, sacrificio e attenzione. Ad un passo da lì il tempo va aventi frenetico, ma basta scendere nel vecchio mulino per scordare in quale secolo siamo, inebriati dal profumo della farina e dal suono dello scorrere dell’acqua che con la forza che gli è propria danno sussistenza ad un paese che riconosce nel mulino la sua anima immortale.

View original post

Street style 1906: Edward Linley Sambourne’s fashion blog

The Library Time Machine

Stockholm, Paris, Moscow, Tokyo, Istanbul, London. You’ll find street style blogs for almost every major city. Amateur and professional photographers hang around outside fashion shows or just prowl the fashionable shopping streets looking for (mostly) women wearing interesting outfits, taking picture of them and posting them on their blogs. The subjects of these pictures are flattered by the attention, or at least the ones we get to see are. This is a genuinely new phenomenon, a product of the internet, a distinctly 21st century thing. Photographers have taken pictures in the street since it was technically possible but no-one ever did a style blog in the early years of the twentieth century.

But Edward Linley Sambourne came close.

A picture taken in Cromwell Road in July 1906.

Linley Sambourne was by 1906 the chief cartoonist of Punch. He’d had a four decade long career as a cartoonist and illustrator…

View original post 464 altre parole