“I fotografi si raccontano”: Lillo Bonadonna

Lillo Bonadonna è nato il 1 maggio del 1969, poche settimane prima che l’uomo raggiungesse per la prima volta la Luna e lasciasse le sue impronte su quel satellite associato all’anima ed al corpo delle donne dalle culture più antiche, simbolo dell’essenza della femminilità.

10408494_321462084708410_426734583516105530_n

Osservando i suoi ritratti si scopre una simbiosi struggente tra la sua sensibilità ed un universo, quello femminile che abita e veste il corpo e lo sguardo di ogni donna, donandoci mistero e sensualità, dolcezza e fragilità, forza ed abbandono allo stesso tempo.  L’autore di questi scatti conosce molto bene le donne, quelle della sua terra, la Sicilia, sa che da tempi immemorabili parlano con gli occhi e non smettono mai di farlo neppure invecchiando. Le scoprirete in ogni sua fotografia mentre vi guarderanno  attraverso occhi limpidi e fieri, dolci e severi, affascinanti e diretti, orgogliosi e consapevoli di essere la sorgente di una fonte di seduzione e di fascino che non si spegne neppure quando le palpebre si abbassano, come una fiamma eterna alimentata dal rispetto e dall’amore verso il loro sentire ed essere da parte di uomini come Lillo Bonadonna. Perchè Lillo prima che fotografo è soprattutto un uomo,  c’è uno stupore ed una commozione continua, una fascinazione assoluta ed un incantamento struggente  nel poter accedere a quell’universo femminile complementare alla sua natura umana.

945372_159538670900753_269162022_n

Nelle sue fotografie troverete volti immensi per bellezza come la purezza cristallina di certi cieli estivi,  volti profondi ed affascinanti come il mare, sguardi simili alla lava incandescente di un vulcano che lentamente e morbida scende fino al mare lungo i fianchi di un monte. Grazie ai volti di queste donne troverete nelle loro ombre un fascino ancora più suadente, perchè esistono bambine che sembrano donne cresciute troppo in fretta, ci sono giovani donne che sembrano fanciulle appena risvegliate dopo un lungo sonno, ci sono donne apparentemente comuni che paiono dee nella loro ordinaria quotidianità resa straordinaria dallo sguardo di chi le vede e le sente vicine, di chi le ama e le rispetta come se rinascesse ogni volta nei loro sguardi, nel loro esistere, che siano madri, figlie, compagne di vita, amiche o sorelle, sempre e solo donne.

1233635_392375160864864_886453560_n

Gli occhi sono il centro dell’universo femminile nelle visioni di Lillo Bonadonna che non tralascia ne trascura le mani od altre parti del corpo, facendo attenzione  ai gesti abili e sapienti come semplici carezze,  come movenze delicate che sanno come valorizzare un profilo od una spalla, un busto armonioso od un collo sinuoso, le dite delle mani od i polsi.

16467027_747476555403633_1615792622_n

Negli occhi dei bambini che lui riprende troverete quella curiosità infantile che tanto ci è cara, che riempe i nostri sogni e le nostre speranze. Sguardi ammutoliti o che parlano da lontano, ritratti capaci di uscire dai confini di una fotografia per raggiungervi e non lasciarvi mai più.

Sguardi maschili e non solo femminili, rughe che sulla pelle navigano tra il passato ed il presente fino a raggiungere la corrente dei pensieri e delle emozioni che sprofondano in quei meandri  simili al delta di un fiume, la vita, rendendo i volti unici, come irripetibile è il viaggio di ciascuno di noi.

1014118_156636284519905_1974560766_n

La grazia e l’eleganza con cui questo autore sa tratteggiare atmosfere ed umori è pari solo alla conoscenza tecnica del mezzo usato. Dall’età di 25 anni fino ad oggi la sua crescita si è arricchita di nuovi spunti e fonti di ispirazione. Sa scavare dentro un volto come pure all’interno di uno spazio dove l’essere ritratto effonde tutta la sua magia e struggente umanità.

Sembra facile scoprire ed imparare a conoscere il suo stile, eppure questo fotografo si adatta magistralmente al volto di ogni singolo individuo, cogliendone la personalità ed i sentimenti come pochi altri, entrando in comunicazione con il soggetto con umiltà ed infinito amore, e così facendo ogni fotografia risulta unica ed irripetibile. Quell’amore verso i suoi simili che traspare da un sorriso, da uno stupore, da un incantamento, da un sentimento pronto ad emergere dalla luminosità di un volto e ad abbracciarvi.

La cura per i dettagli è straordinaria, osservate come i capelli di una donna o ciò che indossa sono ripresi con estrema attenzione pur mantenendo una naturalezza elegante e mai caricaturale attraverso una gestualità raffinata. Osservate come quella naturalezza sia sapientemente stimolata ad accompagnare un sorriso che deflagra negli occhi, oppure segue il movimento di occhi abbassati e stanchi, oppure espressioni fiere e coinvolgenti, struggenti quanto non mai anche quando guardano lontano oltre la superficie significante dello scatto in cui sono state fissate per sempre.

Lillo Bonadonna con un ritratto di donna anziana, una vecchia splendida donna, vi farà comprendere cosa vuol dire guardare e non solo vedere nell’animo di ciascuno di noi. Riuscire a ritrarre una donna invecchiata con quello sguardo è un privilegio. Emerge la sua forza, il suo orgoglio, la fierezza nell’affrontare la vita in ogni nuovo giorno,  la mano appoggiata sul petto presso il cuore e quelle dita consumate dal lavoro sono sempre pronte a trasmettere un’energia indomabile. Lillo Bonadonna ha fatto rinascere da ogni sua ruga, da quell’intensità che gli occhi sprigionano, la ragazza che era, la donna che è stata e la splendida vecchia che è diventata. Non conosciamo il suo nome ma potrebbe essere quello delle nostre madri o nonne, di sicuro il suo nome è ” donna”.

999309_653998641294224_1674204618_n

Negli occhi di ogni donna un mondo in cui perdersi, nei tuoi occhi occhi amico mio, nei tuoi ritratti, la  fascinazione assoluta verso quell’universo che ci regala non solo bellezza ma anche una sensazione rassicurante e pregna di tenerezza.

1966775_639162096170463_4439547189737203000_n

Grazie Lillo!
Testo di Paola Palmaroli
Fotografie di Lillo Bonadonna
Link alla pagina di questo autore su Facebook:
https://www.facebook.com/LilloBonadonnaBlackWhiteArtistAndMore/?fref=ts

4 thoughts on ““I fotografi si raccontano”: Lillo Bonadonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...